Struttura e organizzazione della Pattuglia Radio Nazionale

L’attività della Pattuglia Radio Scout della F.S.E. è regolata dalle seguenti considerazioni

L’incaricato nazionale della Pattuglia Nazionale Radio:

  1. promuove la comunicazione radioamatoriale fra gli scout;
  2. supporta il Settore Emergenza e Protezione Civile nelle attività di intervento ed emergenza e in tutte le occasioni associative in cui ne è richiesta la competenza tecnica.
  3. collabora con le varie Branche associative per la promozione della tecnica di radioamatore.

Alla luce di questo articolo del regolamento risulta subito evidente che la Pattuglia Radio opera a due diversi livelli:

I punti a. e c. si riferiscono ad un uso educativo della radio e del radiantismo, mentre il punto b. è inerente l’uso logistico degli apparati ricetrasmittenti.

Il Settore viene curato da un Incaricato Nazionale il quale a sua volta si confronta con la Pattuglia Nazionale Servizi. Secondo la tradizione, l’Incaricato Nazionale mantiene aggiornato un elenco di Radioamatori che operano come Radio-Scout, mettendo a disposizione dell’Associazione la loro competenza tecnica.

In particolari occasioni o per compiti specifici, l’Incaricato Nazionale nomina Pattuglie, fra i Radioamatori iscritti nell’Elenco della Pattuglia Nazionale Radio, che lo coadiuvano nella realizzazione delle attività.

Possono entrare a far parte della Pattuglia Nazionale Radio F.S.E, a titolo gratuito:

  1. Radioamatori censiti nella F.S.E. che si rendono disponibili per le attività del Settore.
  2. Radioamatori Scouts e non Scouts che, raccordandosi con un Gruppo della F.S.E. o con un diverso livello associativo, si rendono disponibili per le attività proposte.